26/01 Orario 9-13; 14-17

Dott. Giuseppe Doneddu, Direttore del Centro per i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo, Azienda Ospedaliera Brotzu

I disturbi dello spettro dell’autismo. Nuove prospettive dalla ricerca

 27/02, 28/02, 12/03, 13/03, 16/04, 17/04 21/05, 22/05

Orario: 9-13; 14-17

Equipe dott. Lucio Moderato, direttore dei servizi per l’autismo della Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone, Milano

  • MODULO 1

Le metodologie di assessment per la realizzazione di progetti educativi personalizzati. Analisi di modelli organizzativi e delle variabili ambientali nell’ottica di promuovere la partecipazione e l’inclusione sociale della persone autistica.

  • MODULO 2

Costruzione e valutazione del progetto educativo individuale.

  • MODULO 3

Studio, analisi e conseguente applicazione di talune tecniche rieducative specifiche (shaping, modeling, fading, chaining, token economy, contratto educativo. Ecc.) sulla base dei diversi bisogni educativi dei singoli soggetti e delle necessità della situazione nel suo aspetto globale.

  • MODULO 4

Il counseling psico-educativo per la costruzione di interventi coordinati, continuativi ed uniformi. La gestione dei rapporti con i genitori. Tecniche di parent-training. Tecniche di conduzione del gruppo per la costituzione dei gruppi self help.

  • MODULO 5

Classificazione internazionale del funzionamento e delle disabilità (ICF) I disturbi pervasivi dello sviluppo e dello spettro autistico: approfondimento critico di alcuni paradigmi clinico-funzionali che hanno influenzato il modo di affrontare e di concepire l’autismo e i disturbi pervasivi dello sviluppo nel corso della storia.

  • MODULO 6

Analisi dell’ambiente per la costruzione di un ecosistema favorevole al processo di apprendimento, evidenziando le situazioni che possono creare ostacoli ad un corretto sviluppo psicologico e sociale. Il contesto sociale come promotore di cambiamento e di sviluppo.

  • MODULO 7

Analisi funzionale del comportamento:

  • gli eventi antecedenti
  • le risposte
  • le conseguenze
  • gli eventi situazionali

La gestione psicoeducativa dei Comportamenti Disadattivi

  • MODULO 8

I processi comunicativi attraverso l’uso delle immagini: la tecnica della comunicazione visiva come metodologia per facilitare la relazione con soggetti autistici. La costruzione di algoritmi iconici.

  • MODULO 9

Differenziazioni e correlazioni clinico funzionali tra disturbi dello spettro autistico e disabilità intellettiva: autismo HF (Hight Functioning) autismo MF (Middle Functioning), autismo LF (Low Functioning), sindrome di Asperger.

15/06 Orario: 9-13; 14-17

Prof. Alessandro Zuddas, Direttore dell’Istituto di Neuropsichiatria Infantile, Università degli Studi di Cagliari

Perchè, quando e come si utilizzano i farmaci nei disturbi dello spettro autistico (meccanismi d’azione, cinetica, usi clinici ed evidenze di efficacia, eventi avversi).